Spring over hovedmenu

Per i lavori nei cantieri edili si applicano regole speciali?

Il coronavirus (COVID-19) è contagioso, indipendentemente dal fatto che il lavoro si svolga internamente o esternamente. Per questo motivo i lavori presso i cantieri edili vanno organizzati in base alle stesse linee guida previste per tutti gli altri luoghi di lavoro.

La legislazione danese in materia di salute e sicurezza prevede che i datori di lavoro analizzino spesso i rischi da esposizione per i dipendenti, per valutarne la dannosità per la salute o la sicurezza. Se il lavoro è associato a rischi, il datore di lavoro deve implementare misure in grado di ridurre tali rischi quanto più efficacemente possibile.

La legislazione danese in materia di salute e sicurezza prevede che i datori di lavoro salvaguardino la pianificazione e l’organizzazione del lavoro per garantirne lo svolgimento in modo responsabile. Ciò si applica anche alla diffusione del coronavirus. In base alle indicazioni generali provenienti dall’Autorità Danese per la Salute, l’Autorità Danese per l’Ambiente di Lavoro (WEA) sta spingendo i datori di lavoro, dietro coordinamento dell’organizzatore per la salute e la sicurezza dell’appaltatore, a intraprendere misure per garantire che:

  • il lavoro presso i singoli cantieri edili venga organizzato in modo tale che i dipendenti mantengano le giuste distanze gli uni dagli altri.
  • i lavandini o gli igienizzanti per le mani siano messi a disposizione dei dipendenti presso tutti i punti cruciali del cantiere edile.
  • il contatto con le altre persone venga ridotto. Ciò avviene ad esempio organizzando il lavoro con orari di inizio, di pausa e di uscita differenti, in modo tale da consentire ai dipendenti di mantenere le giuste distanze al momento di cambiarsi, pranzare, eccetera.
  • Le regolari operazioni di pulizia hanno la massima priorità e comprendono la disinfezione delle superfici nelle sale mensa, nei bagni, eccetera.

Presso i cantieri edili in cui i lavori vengono svolti da più ditte, il coordinatore dell'appaltatore dovrà coordinare misure che i datori di lavoro dovranno implementare. Questo potrebbe essere il caso ad esempio dell’uso delle aree comuni, così come della coordinazione del lavoro e del passaggio nel cantiere edile, per garantire la giusta distanza tra dipendenti.

La WEA danese sottolinea che, in linea generale, i datori di lavoro sono tenuti a consapevolizzare i dipendenti in merito ai rischi associati al proprio lavoro. Ciò anche nell’ottica di generare una presa di coscienza tra i dipendenti relativamente all’importanza della protezione individuale contro l’infezione da coronavirus.

Prevenzione del coronavirus in settori selezionati

Leggi ulteriori linee guida per limitare l'infezione di Corona nei lavori di costruzione

Prevenire il contagio da coronavirus nei cantieri edilizi o infrastrutturali e in abitazioni private (Linee guida del settore, BFA Bygge & Anlæg)

Prevenire il contagio da corona- virus in abitazioni private (Scheda informativa, BFA Bygge & Anlæg)

Lavoratori migranti in cantiere e rischio di contagio da coronavirus (Scheda informativa, BFA Bygge & Anlæg)

 

Ulteriori informazioni da "BFA Bygge & Anlæg" in altre lingue

 

BFA Bygge & Anlæg è il Consiglio di settore sulla SSL nel settore dell'edilizia e delle costruzioni.

Any Questions?

Contact Arbejdstilsynet
The Danish Working Environment Authority (WEA)

Phone hours
Monday - Thursday: 8 - 15
Friday: 8 - 14

+45 70 12 12 88
Press 9 for English
at@at.dk

Last updated: 31-07-2020